ottobre 18

la scuola chiusa non è il buon esempio!

schoolclosedLa scuola chiusa non è il buon esempio
di Gregorio Iannaccone

E’ già quasi notte fonda e l’annuncio arriva: da domani tutte le scuole della Campania chiuderanno… Quasi un milione di cittadini, piccoli, ma cittadini, resteranno agli arresti domiciliari, o si spargeranno incontrollatamente nelle strade, o verranno affidati al primo congiunto, vicino, estraneo di buona volontà…
Forse tutti fuori è un po’ troppo, e il giorno dopo, stavolta a notte fonda, contrordine per quelli che hanno da 0 a 6 anni: domattina subito di nuova scuola, anche se qualcuno la scuola non saprà più dove trovarla, perché nel frattempo imbianchini, operai, ditte di pulizia l’hanno pacificamente e laboriosamente invasa per fare altro…
E’ già arrivata la prima manifestazione di protesta, il primo ricorso al Tar… Copione già scritto, film già visto… Continue reading

ottobre 11

Addio Gino

ManfrecolaAddio Gino
di Gregorio Iannaccone

Gino Manfrecola ci ha lasciati… Vittima del  Covid e forse della sorte avversa, senza  la fortuna dei malati illustri, per i quali ogni sforzo va fatto, visti i patrimoni e i riflettori sempre accesi…

Sembra ieri, eppure qualche anno è passato, quando ci spendemmo con tutte le nostre forze con Nino Allamprese, Antonio Ferrigno e altri amici per convincerlo a guidare la difficile battaglia che nell’Andis ,appena fondata ,si era aperta, per dare un’identità all’associazione dei dirigenti scolastici e provare ad evitare la scontata deriva sindacale. Continue reading

settembre 19

Dress Code: in classe con classe

dress-codeDress Code: in classe con classe
di Rossella De Luca

 È noto che la scuola ha avuto, ha e presumibilmente – purtroppo – avrà problemi più seri di cui occuparsi (COVID a parte, ma questo è un altro discorso), eppure qualcosa significherà il fatto che ogni anno, complice l’afa estiva, si verifichino episodi legati alla “libertà di espressione” intesa quale libertà di indossare ciò che più piace a prescindere dai contesti. Continue reading

settembre 12

Si riparte ma la scuola non sarà la stessa

covid_images (1)Si riparte ma la scuola non sarà la stessa
di Gregorio Iannaccone

Che strana scuola questa che va rocambolescamente ad incominciare, ancora più strana di quella che a giugno si chiuse con le speranze rimaste vane di un ritorno al rassicurante antico…

La pandemia ha resistito al caldo dell’estate, ai frastuoni delle discoteche, ai negazionisti distribuiti su tutto il globo terrestre, che in qualche caso l’hanno pure provata sul proprio corpo… Continue reading

settembre 6

Sui fondi per la scuola devono pronunciarsi le scuole

vector-school-icon-pack Sui fondi per la scuola devono pronunciarsi le scuole
di Nicola Puttilli

 

E’ perfino ovvio e del tutto comprensibile che i docenti e i dirigenti scolastici, nonché le associazioni professionali che li rappresentano, siano in questo momento totalmente impegnati nella gestione di una delle fasi più delicate e complesse della storia della scuola italiana.

E’ altrettanto vero, d’altro canto, che le risorse del New Generation EU (già Recovery Fund) costituiscono un’opportunità unica e irripetibile per lo sviluppo e il rinnovamento del Paese e che istruzione e ricerca sono tra le priorità segnalate dalla Commissione europea per la sua utilizzazione. I commentatori più autorevoli citano scuola e università come uno dei principali fattori, se non il principale, di una crescita solida e duratura. Continue reading

settembre 4

Ripartire: decisamente sì. Ma bene.

restartRipartire: decisamente sì. Ma bene.
di Antonio Valentino

  1.      Se la ricostruzione comincia dalla scuola…

Sono confortanti tutti questi pronunciamenti per la riapertura della scuola e la parola d’ordine che ‘non una sola ora di lezione si perda più’.

Mai la scuola aveva avuto tanti fan di ogni colore politico e tanti riconoscimenti della sua importanza. Strano che non sia stato ancora coniato lo slogan Scool First. Ma forse solo perché va forte ancora la disputa accesa sulle misure di sicurezza, con tutti i suoi sviluppi quotidiani da prima pagina.

Per carità, la individuazione di misure appropriate, di problemi ne pone; e certamente i problemi legati alla sicurezza sanitaria – causa pandemia – sono assolutamente inediti. Ma una gestione così sconfortante – e per giunta arretrata – di questa emergenza era forse prevedibile, ma non a questi livelli. Continue reading

agosto 30

Il dirigente riflessivo

?????????Il dirigente riflessivo
di Stefano Stefanel

Il ruolo del dirigente scolastico è molto cambiato negli ultimi anni, assumendo connotazioni, anche pubbliche, che non erano state previste da nessuno dei legislatori che si sono  occupati di normare la materia. Chiuso l’anno scolastico finora più difficile, se ne sta per aprire un altro che sembra essere ancora più difficile di quello precedente e chi, come me, entra nel suo ventesimo anno da dirigente scolastico si trova davanti alla necessità di aumentare il grado di riflessione in rapporto ad avvenimenti e novità impreviste, che di giorno in giorno stanno cambiando scenari già fragili. Continue reading

luglio 23

Una scuola per l’Europa

european-union-countriesUna scuola per l’Europa
di Stefano Stefanel

            In questa strana estate mi sento estraneo e antico e non riesco a stare dietro alle cose della scuola così come fanno molti colleghi dirigenti, molti insegnanti, molti opinionisti, molti sindacalisti, ma anche molti venditori di banchi e di strumenti per sanificare e misurare, in linea di massima anche terrorizzare. Constato poi, con un certo orrore, che sulla didattica a distanza si è ormai scesi a dibattiti di parte, con qualcuno che vuol proibire una modalità innovativa di didattica a favore di una didattica solo in presenza, che nega il tempo che avanza, ma anche il modo di innovare e migliorare. Continue reading

giugno 2

Modeste proposte per prevenire

covid 19 kids at school Modeste proposte per prevenire
di Stefano Stefanel

             L’emergenza coronavirus non permette di vedere con chiarezza come sarà il futuro, sia quello immediato pre-vaccino, sia quello lontano post-vaccino. Alcuni concetti però si sono chiariti, di là da qualsiasi previsione si potesse fare durante la fase pre-pandemica. Riguardano punti cardine della scuola italiana, ma anche della vita sociale e richiedono un’attenta ed equilibrata progettazione per entrare a pieno titolo nel mondo scolastico. Continue reading